Domande frequenti

Quali obiettivi si prefigge un Rotary eClub?
Il Board del Rotary International, con l’utilizzo di Internet, ha prescritto cinque obiettivi principali:
  1. mantenere Rotariani che, altrimenti, andrebbero persi al Rotary;
  2. attrarre nuovi Rotariani;
  3. facilitare gli incontri tra i soci, anche nel corso della settimana;
  4. realizzare progetti condivisi, sulla base di rapporti amichevoli tra i soci;
  5. gestire i progetti di servizio.

 

Qual è la differenza tra i Rotary Club tradizionali ed i  Rotary eClub?
I Rotary eClub osservano la stessa normativa prevista per tutti i Rotary Club: si riuniscono settimanalmente, svolgono progetti d’azione nelle comunità locali ed internazionali, sostengono la Fondazione Rotary e praticano l’affiatamento tra i soci. La differenza chiave consiste nel fatto che un eClub svolge la riunione settimanale sul suo sito web: piuttosto che incontrarsi di persona in un determinato giorno e orario, i soci possono partecipare alle riunioni a qualsiasi ora e giorno della settimana nella loro eClub House accessibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

 

Come si realizzano i progetti di servizio?
Gli eClub incentrano le loro iniziative su di una specifica area geografica con progetti d’azione per le comunità locali dove risiedono i soci, i quali possono partecipare di persona, e promuovono il servizio internazionale avviando progetti o collaborando con altri Rotary Club in tutto il mondo.

 

Come stanno in contatto fra loro i soci?
Il contatto tra i soci non si limita alle riunioni settimanali, perché durante la settimana c’è uno scambio continuo di email o telefonate, anche tramite Skype, con aggiornamenti sulle proprie attività o richieste di intervento agli altri soci da parte dei singoli responsabili dei progetti.

 

I soci non si incontrano mai di persona?
Esistono due tipi di eClub: puro ed ibrido.
L’eClub puro, con soci che risiedono in vaste aree geografiche, effettua tutte le sue riunioni su Internet ed organizza incontri di persona dei soci in occasioni particolari, come, ad esempio, il congresso internazionale annuale del Rotary International. Possono poi esserci incontri di soci che risiedono in zone limitrofe, oppure in occasione di viaggi, ecc.
L’eClub ibrido, con soci che risiedono in aree geografiche circoscritte, svolge la gran parte della sua attività su Internet, ma  i soci si incontrano di persona una volta al mese.

 

Cosa c’è all’interno della eClub House?
Nella eClub House, oltre ad esserci i dati personali  dei soci ed il punto d’accesso per le riunioni, si trovano le delibere assembleari e del consiglio direttivo, i rapporti finanziari, lo statuto ed il regolamento,  il Manuale di Procedura, l’Annuario ed altro materiale rotariano, uno spazio dedicato alla formazione rotariana, una Galleria Fotografica ed una Tribuna Aperta, dove ciascun socio può pubblicare direttamente temi ed argomenti non rotariani di suo interesse.

 

Un Rotary eClub è da considerarsi un Club virtuale?
Assolutamente no, perché i suoi soci sono persone “reali” ed i suoi progetti “concreti”. E’ un Club che attraverso l’uso dello strumento elettronico va a coprire spazi che il Rotary  tradizionale non ha la possibilità di fare.

 

Come avvengono le visite istituzionali ad un Rotary eClub?
Al Governatore ed all’Assistente vengono assegnate le credenziali per l’accesso alla eClub House  e quindi alla sala riunioni, nel cui blog possono postare il loro intervento per interagire con i soci ed i dirigenti dell’eClub.  E’ possibile anche realizzare le visite in videoconferenza.

 

Come si cooptano i nuovi soci?
La procedura è identica a quella dei Club tradizionali.

 

Quanti Rotary eClub possono esistere in un Distretto?
Il Consiglio di Legislazione del 2010, approvando in via definitiva i Rotary eClub, aveva stabilito che in ogni Distretto non potessero esserci più di due eClub, ma il Consiglio di Legislazione del 2013 ha eliminato questo limite.