Tutti i nostri altri progetti

Amico Campus 2013 e Amico Campus Sport 2015


Amico Campus e, nella sua più recente declinazione, Amico Campus Sport è un progetto al quale l’eClub 2050 ha aderito nel 2013 e nel 2015; si è trattato di un Campus settimanale che ha offerto ai ragazzi/e disabili ed alle loro famiglie una settimana di allegria e svago nonchè sport. Durante tutta la settimana sono state effettuate attività sportive e di intrattenimento, creando un forte spirito di amicizia fra tutti i partecipanti.

.

“Safe Shelter” (Arak Svay Community Mother Child Center)

Il progetto, nato dall’iniziativa della Rotariana Rovena Plique del Rotary eClub 3310 di Singapore, ha avuto come finalità la costruzione di una struttura di servizio in Cambogia, nel villaggio di Arak Svay, situato nei dintorni di Siem Reap, zona celebre tra i turisti di tutto il mondo per la magnificenza e la quantità dei templi disseminati nello splendido paesaggio cambogiano. Il centro, che ospiterà spazi per attività educative-scolastiche, una cucina, dei servizi igienici, una stanza per alloggiare giovani donne vulnerabili in necessità di un alloggio sicuro per i loro figli, sarà gestito dall’associazione “Build Your Future Today” il cui attuale Chairman è il Rotariano Tony James.

Nonostante il grande afflusso di turisti che la zona attira, la popolazione locale, stanziata all’interno dell’area protetta di Angkor, vive in condizioni di estrema indigenza, senza strutture scolastiche, igieniche e mediche adeguate; anche perché l’area è soggetta a particolari restrizioni, ad esempio non è permesso nemmeno coltivare appezzamenti di terra. Da qui l’idea di agire per riscattare il futuro delle generazioni più giovani, che in questo contesto sono gravemente svantaggiate.

Il progetto vede la partecipazione di diversi partner oltre al Rotary eClub 3310, come l’associazione Soroptimist e altri donatori privati. Il Rotary eClub 2050 ha messo a disposizione la professionalità del proprio socio di Singapore, l’architetto Ermanno Cirillo, il quale si è occupato della progettazione del centro.

La piccola struttura di servizio è pensata per essere flessibile, economica, sostenibile e rispettosa del contesto climatico e culturale. Il progetto si basa su un modulo strutturale ripetibile di 6×6 metri, in base ai fondi disponibili si potrà quindi successivamente ampliare. La caratteristica principale è una doppia copertura che permette un miglior controllo climatico e la possibilità di avere spazi all’aperto che godano di sufficiente ombra. Alcune pareti dei locali saranno composte da pannelli mobili per estendere le attività all’aperto.

.

.

Aiuto alle nuove generazioni

Il progetto, realizzato nell’anno rotariano 2015-16, è consistito nel fornire ad un candidato, selezionato da un’apposita commissione, le conoscenze e professionalità atte a realizzare attività sostenibili mediante l’utilizzo di energia prodotta da fonti rinnovabili, tramite la frequentazione di un corso “M.B.A” in una delle migliori università europee. Il progetto si è sviluppato mediante il reperimento dei fondi necessari e l’assistenza al candidato per il suo inserimento, a fine corso, in organizzazioni tipo ONG, per offrire il proprio impegno in progetti multipli atti a produrre energia elettrica in comunità di piccole dimensioni che ne sono sprovviste.

.

R.A.L.A. 2014 (Rotarian Adult Leadership Award)

Considerati i successi di Ryla e Ryla Junior, il Rotary eClub 2050 ha realizzato qualcosa di simile per i Rotariani, sulla base di una formula mista: una giornata in aula e, data la caratteristica dell’eClub, quattro incontri in web conference a decorrere da settembre 2014. L’iniziativa ha ottenuto il patrocinio del Distretto, oltre che l’approvazione della Commissione Distrettuale R.Y.L.A.

All’incontro di formazione in aula, che si è svolto nella giornata di sabato 31 Maggio presso la sede del Distretto 2050, hanno partecipato 39 rotariani provenienti da 26 Club.

La docente, Dottoressa Murelli, partner della  Quaeryon s.r.l. società specializzata in consulenza e formazione aziendale, ha incentrato l’incontro sui rapporti interpersonali, quale strumento per ottenere il risultato voluto, in qualsiasi ambiente ci si possa trovare, azienda, famiglia, volontariato, ecc. Gli argomenti trattati sono stati seguenti:

  • Leadership: la struttura del leader e i meccanismi di funzionamento, dove si è affrontato l’argomento di come si forma, in modo automatico, dentro di noi, la percezione di chi abbiamo davanti;

  • Coaching per i collaboratori e gestione della performance: percorso strutturato per mixare managerialità e leadership nella gestione dello sviluppo della prestazione dei propri collaboratori attraverso gli strumenti di coaching, sempre focalizzando il capire con precisione con chi interagiamo per ottenere ciò che ci prefiggiamo, facendo emergere al meglio le capacità delle persone;

  • Leadership e change management: come si gestisce in modo efficace la transizione, qui è stato trattato in modo approfondito, come si coniuga la visione del leader, con la inevitabile inerzia al cambiamento della squadra, analizzando i vari aspetti di situazioni in cui ci si può trovare;

  • La mia leadership percepita: analisi questionario a 360° e approfondimento sull’intelligenza emotiva, ultimo argomento trattato, affrontando in modo approfondito, in che modo le persone ci percepiscono ed a seconda della tipologia di personalità che ci attribuiscono, come si possono rapportare a noi in modo più efficace.

L’incontro ha trovato grande soddisfazione da parte dei partecipanti.

.

Il libro di Chicco

Il progetto “Chicco”, svolto nell’anno rotariano 2013-14, si è svolto attraverso il dono a numerose classi elementari, da parte dei Club partecipanti, di un libro che racconta la storia di Chicco. La presenza di figure, all’interno della fiaba, che riconducono a situazioni vere di povertà, mancanza di acqua e di cibo, storie di bambini costretti a fare lavori da adulti oppure a vivere le brutture della guerra, aiutano a riflettere e a trattare di temi della vita reale (di cui i bambini vengono a conoscenza in famiglia, dalla televisione, attraverso Internet). La storia, da un punto di vista geografico, offre la possibilità di approfondire la conoscenza dei Paesi visitati da Chicco (Etiopia, Tanzania, India, Pakistan, Siria). La cartina illustrata in fondo al libro aiuta i piccoli lettori a ben comprendere il percorso effettuato dal protagonista della storia. Il libro, inoltre, aiuta a riflettere sulla multi etnicità, riflettere sull’importanza dell’ascolto e a riflettere sulla felicità.

.

R.Y.L.A. Junior

L’eClub 2050 dal 2015 contribuisce alla realizzazione del progetto dei Club del Gruppo Po del Distretto 2050, che vede la partecipazione, ogni anno, di una trentina circa di ragazzi e ragazze dai 16 ai 18 anni.

Scopo di questo progetto è stimolare la conoscenza e l’acquisizione del proprio “stile” individuale: l’insieme degli atteggiamenti e delle competenze utili all’espressione matura e realizzata della personalità. Il seminario ha carattere formativo e non informativo.
Lo scopo del corso, quindi, non sono nozioni o conoscenze, bensì fare esperienza ed acquisire competenze. I giovani vengono seguiti nel loro percorso da facilitatori professionisti.

.

Banco Alimentare

Nella attuale difficilissima situazione del nostro Paese, dove un italiano su dieci soffre di povertà alimentare, l’eClub 2050 ha partecipato, unitamente ai club dei Distretti italiani, alla Colletta Alimentare del 2015 a fianco dei 130.000 volontari del Banco Alimentare. Questo progetto ha rappresentato per tanti di noi un’esperienza nuova e molto stimolante.

.

Pagina Facebook

L’utilizzo dei social network è fortemente richiesto dal R.I. ed il nostro eClub ha aderito, creando un pagina Facebook.

I soci tramite il “Mi piace” possono diffondere tra i propri contatti l’attività dell’eClub e promuovere il Rotary.

.

Proteggi tuo figlio prima che nasca

L’iniziativa, ideata nel 2008 dal Prof. Pietro Cavalli, socio del R.C. Cremona e noto ricercatore dell’Ospedale cittadino, costituisce un valido strumento di prevenzione contro le malformazioni congenite quali la Spina Bifida o l’Anencefalia. Il progetto si propone di realizzare incontri con gli studenti delle scuole medie superiori  per fornire informazione e formazione circa la corretta alimentazione della donna in età fertile, al fine di prevenire i difetti di chiusura del tubo neurale, patologia che colpisce circa il 2 per mille delle nascite.

Questo progetto racchiude in se diverse peculiarità quali: la salute della popolazione, la visibilità al Rotary, non ha territorialità, non ha costi, può coinvolgere più Club e non ha limiti temporali.