Dai Saponi di Aleppo a “Adotta un Maestro”

Acquistati da un artigiano siriano (che così riesce a sopravvivere) e impacchettati dai volontari dall’associazione INSIEME Onlus, i saponi di Aleppo sono diventati un piccolo regalo natalizio che ha aiutato, come service dal Club svolto nel 2018-19, a sostenere un maestro di una delle scuole siriane.

Questa qui sotto è una foto della scuola che l’associazione “Insieme si può fare” ha costruito. La scuola assomiglia a un fortino, un bunker perché deve anche proteggere i bambini da ciò che avviene all’esterno. Le poche finestre sono piccole proprio per motivi di sicurezza; tutto attorno c’è un muro di recinzione altissimo.

Da questa mappa si può vedere dove è localizzata la scuola. Nella prima si vede la provincia turca di Hatay, di cui Antiochia è la città principale, che è la porta di accesso per la Siria in questo momento. A Reyhanli, in territorio turco, c’è la scuola per bambini disabili, orfani di guerra o sotto trattamento psicologico per le violenze subito o assistite (Plaster School).

Nella seconda mappao si vede la località in cui sorge la “Insieme si può fare School” (campo profughi di Bab Al-Hawa).

.